Facefood: gli altri laboratori del gusto (3° parte)

mozzarelleScritto da Angela

E finalmente concludiamo questo lungo resoconto che mi riporta ad un weekend fantastico ed emozionante, quello di Facefood 2010.  Quest’evento mi ha consumato tutte le energie ma mi ha dato anche grossissime soddisfazioni, tra cui i sorrisi e la gioia dei partecipanti durante i vari laboratori del gusto.

Vi ho già parlato di quello che è successo e di ciò che abbiamo imparato durante il laboratorio del Pane di Matera IGP; ma, adesso, vi racconto qualcosa sugli altri laboratori del gusto che abbiamo tenuto nel pomeriggio presso la bellissima azienda vitivinicola Colli della Murgia.

Dopo un giro panoramico tra le vigne dell’azienda e dopo che Franco, titolare della cantina, ci ha deliziato con istruttivi cenni sull’agricoltura biologica, ci siamo tutti recati nella sala degustazione, dove abbiamo dato il via alle danze! :)

Abbiamo cominciato con il laboratorio della mozzarella ed è stato davvero affascinante osservare come il mastro casaro con tanta facilità dava innumerevoli forme alla pasta filata.  Prima i bocconcini, poi i nodini, poi la scamorza, fino ai maialini…davvero interessante.  Per non parlare poi del gusto…la mozzarella appena fatta è favolosa! E tutti ne sono rimasti estasiati!  Un’ esperienza unica!  Non vi dico quante mozzarelle ho divorato.  Io già a casa ne mangio in quantità industriali, figuratevi davanti ad un piatto di mozzarelle appena fatte come potevo reagire….sembrava che non mangiavo da una settimana!!! :P

Poi siamo passati al laboratorio della pasta fatta in casa.  E qui non potete immaginare che gioia vedere le mie amate nonnine mentre insegnavano ai partecipanti come fare le orecchiette, le strascinate, i cavatelli.  Sono state delle insegnanti eccezionali, precise e scrupolose.

Poi è stato il turno della frittura dei peperoni cruschi e qui me ne sono occupata personalmente: devo dire che mi son venuti molti buoni, tanto che tutti ne sono rimasti deliziati.

io e la lucanicaInfine, a sorpresa, ho aggiunto un altro laboratorio del gusto, non previsto dal programma: l’impasto e la frittura delle famose pettole!!! Qui, la mia mamma ha spiegato gli ingredienti, il procedimento ed ha mostrato la tecnica di frittura: non potete immaginare quanto è stato piacevole mangiare delle morbide e calde pettole “fuori stagione”.

Il tutto è stato accompagnato da un buffet senza fine. Tra gli antipasti, tutta la vasta gamma di conserve, sottoli e paté con il Pane di Matera IGP donatoci dal rispettivo consorzio. Ma anche le olive di Ferrandina, offerteci dall’azienda olearia Lacertosa e il buonissimo Canestrato di Moliterno IGP offertoci dalla Masseria Grieco: un semi-stagionato eccellente che ha stupito tutti i presenti.  E poi, non dimentichiamoci della Lucanica dolce e piccante, gentilmente offerta dall’ azienda Covelli Salumi, una strepitosa salsiccia di maiale speziata con seme di finocchio: eccomi nella foto accanto mentre mi accingo ad affettarla per i miei ospiti.  Grande successo, infine, per il Dolcemandorla, uno dei dolci più tipici della Murgia presentato ed offerto direttamente dai pasticceri del Consorzio Artigiano dolci di Puglia.

E poi i primi, i cavatelli con funghi, salsiccia e pomodorini e le strascinate con le cime di rapa e i peperoni cruschi: uno più delizioso dell’altro.  C’era, a sorpresa anche un altro primo, ossia i cavatellini con i Fagioli di Sarconi IGP ma i partecipanti erano così sazi che ci hanno letteralmente proibito di preparalo.  Insomma, ci possiamo ritenere responsabili del repentino aumento di peso di tutti i partecipanti a Facefood.

Da bere, non poteva mancare il vino e, essendo ospiti dell’azienda agricola Colli della Murgia, non potevamo che bere i suoi vini biologici: dall’ Erbaceo IGT al Tufjano IGT (bianchi), dal Selvato IGT al Mazzaro IGT (rossi), tutti preceduti da un buon bicchiere del favoloso spumante dry rosé Galetto.

Che dire di più, ringrazio ancora tutti: i partecipanti, voi che continuate a leggermi, la mia famiglia, le aziende che ci hanno sostenuto, Giuseppe che ha sopportato le mie ansie…insomma davvero tutti!

Nella speranza che davvero Facefood si possa ripetere il prossimo anno vi lascio alla visione del video di una parte dei laboratori del gusto. Spero vi piacerà! :)

Qui e qui potrete leggere altri resoconti, nell’attesa che ne arrivino anche altri…:)

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:
3 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial