Come scegliere le migliori grappe da regalo

Se hai scelto di regalare o regalarti una buona grappa, è bene che prima di orientarti sull’acquisto di una anzichè un’altra, conosca prima le caratteristiche e le differenze tra una grappa ed un’altra. Diciamo subito che rispondere alla domanda di quale sia la migliore grappa da regalare non è cosa facile poichè è un concetto assai vasto, credo sia opportuno esaminare prima cos’è la grappa e quali tipi esistono e poi cercare di individuare le migliori in funzione di determinati parametri, gli stessi utilizzati anche dall’Anag, associazione nazionale assaggiatori grappe e acquaviti.

Cos’è e come si produce la grappa

Si tratta di un distillato di vinacce, chiamatela anche acquavite di vinacce se preferite, la grappa è un prodotto 100% italiano che può essere realizzato esclusivamente sul territorio nazionale con materie prime coltivate e lavorate in Italia. Le vinacce sono la parte solida del chicco d’uva (buccia e vinaccioli) che resta dopo la fase di vinificazione. Le vinacce fermentate, quindi quando tutti gli zuccheri si sono trasformati in alcol, vengono inserite all’interno di caldaiette di rame, all’interno delle quali viene insufflato del vapore acqueo che passando attraverso le vinacce ne estrae aromi ed alcol, quella ottenuta è detta “flemma”, un vapore acqueo con circa il 25% di alcol.

La flemma passa attraverso un contenitore detto colonna di distillazione che ne concentra la gradazione alcolica, i vapori alcolici così ottenuti passano attraverso un condensatore, quella che si ottiene è la nostra grappa, che privata della testa e della coda (ricca di elementi pungenti, volatili e oleosi) viene così conservata e poi imbottigliata o avviata all’invecchiamento in barrique di legno.

Tipologie di grappa

Le caratteristiche da selezionare quando si cerca una grappa sono legate all’invecchiamento e ai vitigni utilizzati per la distillazione.

Grappe monovitigno

Grappa di Nebbiolo, Barbera, Moscato, ma anche di Primitivo e di Aglianico e chi più ne ha, più ne metta. Puoi scegliere la grappa in relazione al tuo vitigno del cuore poichè grosso modo, la grappa rispecchierà gli aromi tipici del vitigno utilizzato per la distillazione.

Grappe plurivitigno

Solitamente sono più complesse perchè uniscono le caratteristiche aromatiche di due o più vitigni differenti. Una grappa di Moscato e Nebbiolo, ad esempio, avrà l’aromaticità floreale del moscato e gli aromi di frutti rossi maturi tipici del Nebbiolo.

Grappe giovani

Grappe veraci e toste, sincere ed anche più economiche. Si tratta di distillati autentici in cui si trovano solo gli aromi tipici delle vinacce utilizzate, nessun trucco, nessuna copertura. Ottime per muovere i primi passi.

Grappe invecchiate

Si tratta di quelle più complesse, possono essere di breve, lungo o lunghissimo invecchiamento. La permanenza in legno serve a smorzarne le spigolosità, renderla più morbida e vellutata ed arricchire il bouquet aromatico con sentori speziati quali vaniglia, tabacco, cuoio, cacao ed altri a seconda dell’essenza utilizzata e dell’eventuale liquido affinato precedentemente nelle stesse botti.

Ovviamente le caratteristiche viste sopra possono essere incrociate, esistono grappe monovitigno giovani o invecchiate, stessa cosa per quelle ottenute da blend di più vitigni.

Così come avviene anche nel mondo dei vini, dei rum o dei whisky, anche per la grappa ci sono prodotti commerciali, di media qualità e grappe pregiate dal costo più o meno importante, motivo per cui al fine di individuare la migliore grappa, sarebbe opportuno individuare una “finestra” di prezzi all’interno della quale effettuare la ricerca. Se tu che mi leggi, sai che non spenderesti mai più di 35 € per una grappa, inutile indicarti la grappa Riserva del Fondatore di Berta da quasi 140 €, tanto per fare un esempio.

Le migliori grappe a meno di € 35

Monovitigno Pilzer

Si tratta di grappe giovani di differenti vitigni tipici trentini, prodotte da una piccola distilleria artigianale in Val di Cembra. Prodotti di nicchia.

Sarpa bianca e oro di Poli

Ottime grappe di una celebre distilleria italiana. Ottenute con il tipico blend bordolese Cabernet Sauvignon e Merlot, la prima è giovane, quella oro è invecchiata per 4 anni in botti di legno.

Grappa di Arneis Mazzetti D’altavilla

Premiata con la medaglia d’argento al premio alambicco d’oro 2017.

Grappa riserva botti da sherry Sibona

Un’eccellente grappa invecchiata 4 anni, di cui 2 in botti di rovere nuove e gli ultimi 2 anni in botti che hanno precedentemente ospitato Sherry spagnolo delle più prestigiose cantine.

Monovitigno chardonnay in barrique Nonino

Elegante, morbida ed avvolgente questa grappa limited edition, affinata per 12 mesi in barrique.

Conclusioni

Ora che conosci le varie tipologie di grappa esistenti, potresti indagare sui gusti del destinatario quanto a vitigni preferiti o relativamente alle preferenze verso prodotti giovani o invecchiati ed incrociare queste informazioni con il tuo budget a disposizione, dai un’occhiata a queste ottime grappe da regalo, è facile che riuscirai a trovare quella adatta alle tue esigenze.

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:
Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial