Come conservare i latticini freschi

Formaggi e latticini, per tantissime persone sono un alimento davvero indispensabile e alla quale non vogliono proprio a rinunciare. Spesso però, quando si parla di formaggi freschi, può capitare che, prima ancora che possiamo rendercene conto vanno a male. Proprio per questo motivo diventa indispensabile conoscere come si conservano le diverse varietà di formaggio, al fine di mantenere integre tutte le loro qualità organolettiche.

Le modalità di conservazione variano a seconda del formaggio o del latticino. Nel complesso, il processo di conservazione inizia ancora prima di portare il prodotto nel frigo di casa nostra. Quando si va a fare la spesa, i prodotti che vengono conservati in frigo, devono essere messi nel carrello per ultimi, appena prima di uscire dal negozio e andrebbero conservati all’interno di una borsa termica. Per di più, sapendo che il calore velocizza il processo di fermentazione, i latticini non dovrebbero assolutamente rimanere fuori dal frigorifero per troppo tempo, in particolar modo d’estate.

Burratine

Come regolare il frigorifero per conservare i formaggi

Appena possibile, abbiate cura di mettere subito nel frigorifero i vostri formaggi. I formaggi freschi hanno bisogno di essere conservati ad una temperatura piuttosto bassa, che varia tra i 2 e i 4 gradi. Per quanto riguarda i formaggi stagionati a pasta cotta, la temperatura varia tra i 10 e i 12 gradi, per tutte le altre varietà invece, la temperatura dovrebbe oscillare tra i 6 e gli 8 gradi.

Regolate il frigorifero ad una temperatura di circa 4 gradi, in questo modo, lo scompartimento che sta sopra al cassetto della frutta, sarà il più freddo e avrà una temperatura di circa 2 gradi. Le zone meno fredde, invece sono il piano più alto e lo sportello del frigorifero dove è possibile conservare i formaggi più stagionati. Non riponete mai i latticini nel congelatore, le temperature di quest’ultimo alterano le proprietà organolettiche e la consistenza di questi prodotti.

Oltre alla temperatura, altri due sono gli elementi importanti da tenere presenti: l’umidità e l’esposizione all’aria. Questi due fattori sono in grado di trasformare il gusto e l’odore dei latticini. È infatti consigliato riporre questi prodotti all’interno di contenitori ermetici, o coprirli con carta oleata o alluminio. In questo modo i formaggi oltre mantenere le loro proprietà organolettiche, saranno anche protetti da contaminazioni con altri alimenti (ad esempio la verdura non lavata).

 

Alcuni accorgimenti

Quando si acquistano dei latticini al taglio, le fette devono essere riposte all’interno della carta oleata per alimenti. È sconsigliato utilizzare la pellicola trasparente poiché contiene PVC (Cloruro di polivinile). Il PVC, una volta che entra in contatto con i grassi contenuti nel formaggio potrebbe dar vita alla formazione di ftalati (delle sostanze chimiche servono a rendere la plastica più elastica, ma che sono pericolosi per il nostro organismo).

La carta oleata dovrebbe aderire perfettamente al formaggio, in particolar modo alla parte tagliata. In questo modo il formaggio conserverà tutte le sue qualità. Se il formaggio è ben riposto nella sua protezione, anche gli altri alimenti presenti nel frigorifero saranno preservati e il frigo non avrà quel sgradevole odore di formaggio rancido (cosa che capita spesso).

 

Quali sono i latticini freschi

I formaggi definiti “freschi” sono tutti quelli caratterizzati da un’elevata percentuale di acqua e lattosio. Sono solitamente di colore bianco latte e hanno una consistenza tenera e cremosa.
I latticini freschi sono amati da tutti coloro che vogliono tenersi leggeri senza rinunciare al gusto del classico formaggio. Sono ottimi in qualsiasi stagione e, essendo così sfiziosi, si accompagnano bene ad ogni tipo di pasto.
I formaggi freschi sono così definiti poiché non vengono sottoposti ad alcun processo di stagionatura. All’interno di questi sono presenti fermenti lattici vivi, ovvero dei microrganismi che hanno una funzione benefica per il nostro organismo. Una volta che raggiungono l’intestino, si moltiplicano per esplicare le loro funzioni tra cui l’aumento delle difese immunitarie e il ripristino della flora batterica intestinale.

 

La conservazione dei latticini freschi

I latticini freschi, di primo taglio, come ad esempio la mozzarella, non sempre vanno conservati in frigorifero. Quest’ultima infatti deve essere conservata in un luogo fresco e dentro al suo stesso siero. Tenere la mozzarella all’interno del suo siero permette di mantenere la sua freschezza e le sue proprietà organolettiche. Esistono due tipi di mozzarella: quella a lunga conservazione e quella fresca. Se abbiamo a che fare con la mozzarella fresca, essa deve essere consumata entro 4-5 giorni dalla data di acquisto. Invece, la mozzarella a lunga conservazione deve essere consumata entro la data di scadenza riportata sulla confezione.

Se la vostra casa non dispone di un luogo fresco per conservare la mozzarella, allora per forza di cose sarete costretti a riporla nel frigo. In questo caso, prima di consumarla, abbiate cura di lasciarla a temperatura ambiente mezz’ora prima di gustarla.
Anche la provola, il fior di latte e la burrata, così come la mozzarella andrebbero conservati a temperatura ambiente e non in frigo. Così come per la mozzarella, anche questi due latticini, se conservati in frigorifero, vanno tolti mezz’ora prima di essere consumati.

Per quanto riguarda tutti gli altri tipi di formaggio fresco, come ad esempio stracchino, crescenza, ricotta, robiola ecc, vanno consumati in non più di 5 giorni dalla data di acquisto. Questi ultimi devono sempre essere conservati in frigorifero ad una temperatura che oscilla tra i 2 e i 4 gradi. Una volta che la confezione di questi formaggi viene aperta, vanno poi riposti in un contenitore ermetico che ne preserverà sapore e qualità organolettiche. Bisogna ricordarsi che tutti i formaggi freschi sono i più soggetti ad andare incontro ad inacidimento, quindi una volta aperti bisogna consumarli entro 1-2 giorni.

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial