Irish Coffee: ricetta con ingredienti e preparazione

Tra le bevande più diffuse e apprezzate al mondo, soprattutto durante i periodi più freddi dell’anno, un ruolo di rilievo è ricoperto dall’Irish Coffee. Chiamarlo caffè corretto sarebbe decisamente riduttivo: l’Irish Coffee è, piuttosto, una bevanda intensa e penetrante, ideale per affrontare gli inverni più freddi e rigidi.

Ricetta Irish CoffeeSi tratta, infatti, di un caffè al quale viene aggiunto un goccio di whisky ed uno strato di panna montata. Anche se le sue origini sono relativamente recenti, questa bevanda è apprezzata anche dalle persone che non sono abituate a consumare alcolici, perché il gusto del whisky viene stemperato da quello del caffè e dalla dolcezza della panna.

La storia dell’Irish Coffee

Come lascia intendere il suo stesso nome, l’Irish Coffee è nato attorno alla metà del secolo scorso in Irlanda dalla mano di Joe Sharidan, uno chef del ristorante dell’aeroporto di Limerick, dove a quell’epoca avvenivano gli scambi nel corso dei primi voli internazionali tra Stati Uniti ed Europa. Un giorno, a causa di una brutta ed intensa perturbazione, i viaggiatori di uno di questi voli intercontinentali furono costretti ad aspettare in aeroporto che le condizioni del tempo migliorassero prima di poter ripartire. Per scaldare dal freddo del rigido inverno irlandese questi viaggiatori, a il signor Sharidan inventò su due piedi questa originale bevanda, aggiungendo a del caffè espresso che aveva pronto un goccio di whisky ed impreziosendo il tutto con della panna sulla sommità del bicchiere. Quando uno dei passeggeri gli chiese se la deliziosa bevanda che aveva preparato fosse un caffè brasiliano, Sheridan gli rispose: “No, it’s Irish coffee!”: ecco svelata l’origine di questo particolare cocktail.

Successivamente l’Irish Coffee si diffuse in tutto il mondo grazie ad un giornalista, il quale faceva parte del gruppo di passeggeri cui il signor Sharidan in quell’occasione offrì la sua creazione: una volta tornato a San Francisco, infatti, questi ne scrisse un articolo elogiativo, grazie al quale i bar di questa città iniziarono a preparare questa bevanda. L’Irish Coffee si diffuse quindi rapidamente dapprima in America e successivamente nel resto del mondo: oggi, ormai, non se ne contano le varianti esistenti, anche se la ricetta originale rimane solamente una, e cioè quella che di seguito ti proponiamo.

Ingredienti

Per preparare un perfetto Irish Coffee ti serviranno pochi ma fondamentali ingredienti: assicurati pertanto di scegliere prodotti di qualità.

  • 5 cl di whiskey
  • 10 cl di caffè caldo
  • 4 cl di panna fresca
  • un cucchiaino di zuccehro di canna

Quale whisky usare per l’Irish Coffee?

La tradizione vorrebbe un whiskey irlandese protagonista dell’Irish Coffee, qualcosa come l’ottimo Roe & Co. In realtà potete usare anche whisky scozzesi, canadesi o giapponesi, l’importante è scegliere un prodotto di buona qualità, non ha importanza che sia un single malt o un blended, a mio parere l’unica caratteristica che dovrebbe necessariamente rispettare è che non sia troppo torbato in maniera tale da non caratterizzare troppo il cocktail nel suo complesso che deve restare aromonioso.

Come si prepara l’Irish Coffee

La prima cosa da fare è anzitutto preparare il caffè, preferibilmente con la moka. Una volta messa la moka sul fuoco scalda nel frattempo con dell’acqua bollente o in lavastoviglie il bicchiere dove servirai il tuo caffè irlandese. L’ideale è utilizzare un bicchiere a tulipano, in quanto si tratta della tipologia di bicchiere più adatta a mantenere la giusta proporzione fra gli ingredienti.

Nel frattempo versa la panna fresca in una ciotola e montala con una frusta a mano o uno sbattitore elettrico per qualche minuto (non superare i 3-4 minuti al massimo). La panna non deve essere troppo montata, ma nemmeno troppo poco: per essere perfetta deve infatti risultare densa ma al tempo stesso fluida.

Mentre lasci la panna a riposare, versa il caffè nel tuo bicchiere per i 4/5 della sua altezza, aggiungendo 5 cl di whisky ed un cucchiaino di zucchero di canna, e mescolando quindi bene il tutto. Nella rimanente parte del bicchiere dovrai rovesciare lentamente la panna semi-montata aiutandoti con un cucchiaino. Un piccolo trucco per essere sicuro di non commettere errori in questo passaggio è quello di versare la panna sul dorso del cucchiaino, alzandolo man mano che la panna scende nel bicchiere: è questo infatti il vero segreto affinché la panna non affondi nel caffè.

È possibile anche decorare la sommità del bicchiere con una spolverata di cannella in polvere o di noce moscata. Se sei particolarmente goloso, poi, puoi anche aggiungere come tocco finale sopra la panna montata delle scaglie di cioccolato fondente o della granella di nocciole.

Una volta pronto, l’Irish Coffee va servito subito caldo, e gustato a piccoli sorsi: guai infatti a mischiare il caffè con la panna, perché si perderebbe tutto il gusto di questo cocktail!  Lo scopo della panna, infatti, oltre a rendere più dolce il sapore del whisky, è proprio quello di conservare caldo il caffè per quanto più tempo possibile.Acquistare whisky online

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial