Le 8 regole per cuocere la pasta alla perfezione

La pasta è uno dei piatti più amati in Italia e nel mondo, ma sei sicuro di saperla cuocere alla perfezione?

Normalmente la preparazione della pastasciutta prevede che venga cotta in acqua bollente e salata, e successivamente condita con olio o sughi. 

cottura spaghetti

È vero che noi Italia cresciamo con una specie di savoir-faire per cui praticamente tutti sappiamo come cuocere la pasta anche se nessuno ci ha mai insegnato come fare.

Fa parte del nostro retaggio culturale, ma ci sono in realtà delle regole da seguire che ci possono far risparmiare tempo, e soprattutto possono garantire un risultato migliore.

8 consigli per cuocere perfettamente la pasta

Vediamo insieme allora i nostri 8 consigli per far sì che la tua pasta venga buona, anzi buonissima!

Attenzione alla quantità d’acqua

Per preparare un ottimo piatto di pasta, bisogna partire dalle basi, ovvero dall’acqua in cui andremo a cuocerla. La regola prevede che per ogni 100 grammi di pasta utilizziamo un litro di acqua.

È importante quindi non lasciare nulla al caso e misurare ogni quantità. In questo modo ottimizzerai le risorse utilizzate, senza sprechi!

Per far sì che la pasta cuocia in modo uniforme, è importante inoltre che ci sia sempre abbondante acqua.

Niente olio

Generalmente è sconsigliato aggiungere olio nell’acqua di cottura, a meno che non si utilizzi una pasta di scarsa qualità. Questo perché rischia di ungere la pasta e di far scivolare il condimento aggiunto successivamente.

Sala l’acqua al momento giusto

L’acqua in cui farai cuocere la pasta non deve essere salata finché non arriverà ad ebollizione. Alcuni possono pensare che aggiungere il sale prima che l’acqua bolla non faccia alcuna differenza, in realtà non è così. 

L’aggiunta di sale provoca un’interruzione temporanea dell’ebollizione ed è necessaria per far cuocere correttamente e dare il giusto sapore alla pasta.

Se aggiungi il sale prima del punto di bollore il sale evaporerà, mentre se lo aggiungerai troppo tempo dopo il punto di bollore non avrà il tempo necessario per insaporire l’acqua né la pasta. Il risultato, in entrambi i casi, sarà una pasta poco saporita.

La regola vuole che la quantità ottimale è di 7 grammi di sale per 100 grammi di pasta.

pasta artigianale online

Butta la pasta tutta insieme

La pasta per essere cotta in modo uniforme, deve essere buttata nella pentola in una sola volta. Questo permetterà appunto di evitare una cottura disomogenea.

Ricordati inoltre di mescolarla di tanto in tanto durante la cottura per evitare che si attacchi.

Se hai messo troppo sale nell’acqua?

Se ti dovesse capitare per errore di mettere troppo sale nell’acqua di cottura della pasta, stai tranquillo. C’è un rimedio anche a questo.

Metti un pentolino di acqua (senza salarla) sul fuoco e portala a bollore. A questo punto getta parte dell’acqua dalla pentola con un mestolo, e aggiungi poco alla volta quella non salata. In questo modo potrai rimediare al tuo errore a mano a mano che la pasta cuoce.

Sempre meglio assaggiare la pasta

Su ogni confezione di pasta sono riportate le istruzioni per la cottura. Ti consigliamo sì di seguirle, ma anche di assaggiare la pasta per capire tu stesso se è cotta al punto giusto oppure no.

Considera poi che la pasta una volta scolata continua a cuocere anche mentre la stiamo condendo. Fai quindi attenzione al tempo di cottura per evitare che sia troppo cotta per i tuoi gusti. 

Inoltre, è vero che la pasta fresca cuoce più velocemente di quella secca, e che alcuni tipi di pasta sono cotti quando vengono a galla, come ravioli o gnocchi, ma è sempre meglio assaggiare anche questi tipi di pasta.

Questo perché molto dipende dalla farina che potrebbe farli salire a galla prima rispetto al loro reale punto di cottura.

Anche se una pasta secca di alta qualità mantiene molto più la cottura rispetto alla pasta fresca e rispetto ad una pasta secca economica, a tutto c’è un limite, motivo per cui in cucina conviene non rilassarsi troppo…

Scola la pasta nel modo corretto

La pasta va scolata, ma non passata sotto l’acqua. Questo perché altrimenti perderà il suo sapore, ma soprattutto l’amido. 

Condisci subito la pasta

Una volta scolata la pasta, uniscila subito al condimento per permettere agli elementi di amalgamarsi al meglio e di insaporirsi in maniera uniforme.

Se la ricetta non prevede mantecatura o altri procedimenti che lo richiedono, aggiungi il formaggio grattugiato direttamente nel piatto di portata. In questo modo sarà una gustosa aggiunta al sapore del piatto, senza coprirlo.

Leggi anche: 5 curiosità sulla pasta di Gragnano igp

Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial