Cosa determina la gradazione alcolica di un whisky full proof?

Per i fan più accaniti, non c’è molto che emozioni come un buon whisky full proof, cask strenght o barrel proof che dir si voglia. 

Questi termini stanno ad indicare un prodotto imbottigliato così com’è dalla botte, senza l’aggiunta di acqua per portare lo spirito a un contenuto alcolico inferiore, pieno grado, insomma.

botti di whisky

La gradazione alcolica di questi whisky può variare abbastanza ampiamente, da circa 50% fino ad un impegnativo 70% o giù di lì. Perché una forbice così grande? 

La percentuale alcolica dei whisky cask strenght dipende da molteplici fattori, tra cui la gradazione alcolica del whisky quando è entrato nella botte, la durata del tempo di maturazione e l’ambiente in cui il whisky è maturato.

Barrel entry proof

La gradazione alcolica dell’ingresso in barile è un argomento complesso. In primo luogo, è regolato dalle leggi: negli Stati Uniti, il whisky deve entrare nel barile a non più di 70 gradi. 

In Scozia, può essere superiore, con alcune distillerie che, secondo quanto riferitoci, mettono in botte whisky fino al 80% di alcol.

E’ molto probabile che tutte le distillerie di bourbon e la maggior parte delle distillerie scozzesi aggiungano un po’ d’acqua al loro nuovo whisky prima che venga messo in botte.

Leggi anche: Qual è la differenza tra whisky e bourbon?

Durata dell’invecchiamento

I barili sono porosi, il che significa che un po’ del loro contenuto evapora ogni anno. 

Questa parte, spesso chiamata “Angel’s Share“, è motivo di costernazione per i responsabili del magazzino e i contabili delle distillerie, poiché può ammontare fino al 5% del volume annuo, a seconda del clima (ne parleremo nella prossima sezione). 

A seconda del rapporto tra alcol e acqua che evapora dalle botti ogni anno, la gradazione alcolica di un whisky può aumentare o diminuire nel tempo.

Acquistare whisky online

Clima

Le condizioni in cui una botte viene conservata sono un fattore determinante per la gradazione alcolica finale del liquido in essa contenuto. 

La temperatura e l’umidità sono entrambi fattori critici. In un ambiente fresco e temperato, evapora più alcol che acqua e l’alcool diminuisce nel tempo.

 In un ambiente caldo e secco, l’acqua può effettivamente evaporare più velocemente dell’alcol, aumentando la prova del whisky nel tempo.

In pratica, questo può essere visto più chiaramente confrontando lo Scotch Whisky Cask Strenght con il bourbon Barrel Proof. 

Lo Scotch Whisky Cask Strength, che generalmente matura per un periodo di tempo più lungo e viene conservato in condizioni temperate e umide, è quasi sempre meno alcolico del bourbon barrel proof, che matura in condizioni più calde e asciutte.

Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial