Rum e sigari l’abbinamento perfetto

Se sei un amante dei buoni sigari conoscerai certamente le possibilità che si hanno per allungare il piacere di una “fumata lenta”. L’abbinamento Rum e sigari rappresenta per gli appassionati un momento di assoluto piacere, raffinato e se vogliamo, anche un pò elitario.

La mente va subito a Cuba, ad Ernest Hemingway ed al celebre locale de La Boteguita del Medio. L’usanza antica di secoli richiama momenti di relax, per questo lo chiamano il piacere meditativo. Un coinvolgimento di più sensi che contemporaneamente regala una lunga sensazione di appagamento.

Rum e sigari

L’accoppiamento tra Rum e sigari deve seguire delle regole che richiamano all’armonia del connubio. I sigari non sono tutti uguali, si dice che hanno una differente struttura del gusto che chiamiamo corpo. La tendenza che hanno i sigari a prevalere rispetto alle bevande in genere ci porta a determinare quale abbinamento sia più adeguato.

Lo spirito, qualunque esso sia, deve avere una struttura, un corpo, adeguato a quello del sigaro. Prima di approfondire ancora il tipo di accoppiamento perfetto tra Rum e sigari, vale la pena fare un passo indietro.

Sebbene di origini molto antiche, parliamo addirittura del primo millennio, la prima distillazione di rum documentata risale al 17° secolo nei Caraibi. Furono gli schiavi a comprendere che la melassa fermentava in alcol. Le prime produzioni vennero fatte nell’isola di Barbados anche se ci sono testimonianze che lo fanno accostare al Brasile.

I Caraibi li associamo alle grandi tradizioni nella produzione del sigaro, e nel tempo ogni paese caraibico ha sfornato un suo particolare sigaro dall’odore e sapore più o meno intenso.

Rum e sigari vanno di pari passo e si mescolano, oltre che per un puro piacere olfattivo, anche per una associazione culturale ed intellettuale.

Come realizzare l’abbinamento rum e sigari

Lasciando per il momento perdere le connotazioni ed i significati che derivano dall’associazione di rum e sigari, soffermiamoci sulla struttura del corpo del gusto dei vari tipi di rum e dei sigari.

Non ti parlerò di particolari marche, penso sia più importante per te capire cosa si associa e perché, di modo che sia tu a scegliere il prodotto migliore.

Abbiamo parlato di corpo del sigaro e del rum, se dobbiamo associare un sigaro che proviene dalla Repubblica Dominicana o dal Nicaragua, sappiamo che stiamo parlando di sigari leggeri e leggermente aromatici. Il rum da abbinare dovrà avere una struttura simile, per cui favoriremo dei rum giovani, fruttati e teneri.

Un sigaro con una personalità decisa come il Partagas o il Bolivar, va perfettamente d’accordo con un rum invecchiato della Guyana, ma anche delle Barbados e di Trinidad (i maggiori paesi produttori della canna da zucchero), un rum scuro.

Queste esempi servono a far capire il concetto generale, poi ci sono delle particolarità che aiutano a vivere l’esperienza del mescolamento con maggiore armonia.

Per riprendere la strada degli esempi appena tracciata, possiamo dire che persino il calice deve avere delle caratteristiche che in qualche modo non influenzino il risultato finale. Un calice che tende ad ossigenare troppo il liquore determina una maggiore sensazione di calore con punte di aromi troppo forti rispetto al sigaro, meglio un calice a tulipano per concentrare gli aromi.

Pur lavorando in armonia di gusto, sei in grado di distinguere tra i due profili di gusto. L’uno arricchisce l’altro. Ricordati anche di non iniziare a bere subito. Lascia passare qualche boccata di modo che il sapore del sigaro faccia da guida al liquore.

Non solo rum e sigari

Dopo aver analizzato l’approccio corretto che si deve avere nell’accostarsi agli abbinamenti tra rum e sigari, è utile estendere il concetto verso altri abbinamenti tra sigaro e bevande.

Innanzitutto si può certamente degustare diversi liquidi durante una fumata lenta ma mai il contrario.

Se hai intenzione di testare alcuni abbinamenti oltre al rum, il procedimento è lo stesso.

Di fronte ad un sigaro corposo, senza averlo mai testato prima, potremmo pensare che un Lagavulin invecchiato 16 anni, oppure un bourbon intenso possano funzionare bene. Perché non provare anche con una birra forte come una Guinness, o addirittura un intenso Chianti rosso.

Ciò che cerco di trasmetterti è che non ci sarà nessuno a dirti con esattezza ciò che per te è perfetto, il gusto, e ancor di più l’accoppiamento di più gusti, è una faccenda soggettiva.

Un sigaro non troppo intenso, ma non leggero, potrebbe funzionare bene in abbinamento con un whisky scozzese classico come un Macallan, un Lagavulin o un Ardbeg. Probabilmente ci sta anche un Cognac tipo Remy Martin.

Con un sigaro leggero potresti provare un vino rosso giovane, ma perché non un prosecco. Per restare su maggiori gradazioni di alcol, può andar bene un whisky irlandese come il Tullamore o persino una birra semplice come una Corona.

Acquista i migliori rum

Per concludere con l’abbinamento rum e sigari

Come avrai compreso, pur essendoci delle linee guida, non per questo il tuo gusto potrebbe gradire delle eccezioni. Non c’è nulla di giusto o sbagliato, sarai tu a decidere l’abbinamento perfetto attraverso molteplici prove.

Tieni anche conto che l’occasione, il momento della giornata ed il tuo stato d’animo influenzano le tue percezioni, e quindi sono in grado di influire sul gusto e sull’odore. Questi fattori non possono essere controllati, per cui prevarrà in te il percorso che farai più che l’occasione singola.

Tutto si riduce a cosa ti piace gustare insieme ad un buon sigaro. Dopo un po’ di tempo diventa un rito irrinunciabile che si ripete nelle occasioni speciali ma che può trasformarsi in un momento di relax assoluto.

Il clima e l’ambiente favoriscono la concentrazione e l’esperienza intesa nella sua totalità. Il risultato è il coinvolgimento multi sensoriale.

La prossima volta che si presenterà un’occasione speciale, in cui deciderai di estrarre uno dei tuoi sigari preziosi dall’umidificatore, saprai scegliere un abbinamento adatto con il rum. Con sapori decisi e fragranti di un rum ben invecchiato abbinerai la ricchezza di un gusto di un sigaro corposo e ben lavorato a mano.

L’unicità dell’abbinamento rum e sigari sta anche nell’eleganza e nel piacere raffinato. Lo stesso piacere lo si può inseguire anche con altri abbinamenti, poiché ognuno di noi ha una sua storia ed un suo percorso.

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial