Le 5 tradizioni di Natale più strane del mondo

Il Natale per molti è rappresentato da Babbo Natale, l’albero di Natale, il presepe che rappresenta la Natività, i cesti natalizi gastronomici da regalare ad amici, parenti e collaboratori, ma forse non sai che in giro per il mondo, ma anche solo qui in Europa ci sono tradizioni a dir poco particolari!

In questo articolo, ti faremo conoscere alcune delle usanze e tradizioni natalizie più strane del mondo. Ma ce ne sono davvero molte altre.

albero di Natale

Caracas e la tradizione della Messa in Pattini a rotelle

Nella capitale venezuelana, la mattina di Natale molti abitanti delle città si recano a messa sui pattini a rotelle ogni anno. 

La tradizione è ormai così consolidata che molte delle strade della città sono chiuse al traffico dalle 8:00 di mattina, in modo che la congregazione di pattinaggio possa arrivare in chiesa in tutta sicurezza. 

Si dice persino che i bambini dormano con un laccio dei pattini legato intorno al polso e l’altro pattino penzoloni dalla finestra in modo che i loro amici possano svegliarli con un amichevole strattone sul laccio.

Yule Cat, il gatto natalizio (cattivo) dell’Islanda

Una delle tradizioni festive più strane di cui abbiamo sentito parlare proviene dall’Islanda, dove si dice che un gatto gigante vaghi per le lande innevate nel periodo natalizio. 

Tradizionalmente gli agricoltori usavano lo Jólasveinar come incentivo per i loro lavoratori: quelli che lavoravano sodo avrebbero ricevuto vestiti nuovi, ma quelli che non lo facevano sarebbero stati divorati dalla gigantesca bestia simile a un gatto.

Oggi è consuetudine che tutti in Islanda ricevano nuovi vestiti per Natale per evitare sgradevoli sorprese.

La Ragnatela di Natale Ucraina

La più strana tradizione festiva dell’Ucraina non è certo adatta agli aracnofobici! 

Infatti, al posto di palline di Natale e stelle, gli ucraini usano decorazioni che imitano la formazione naturale delle ragnatele luccicanti di rugiada.

La tradizione risale a un racconto popolare su una povera vedova che non poteva permettersi di decorare un albero per i suoi figli. 

La leggenda narra che i ragni in casa abbiano avuto pietà della vedova e abbiano filato bellissime ragnatele su tutto l’albero, che i bambini hanno trovato così abbellito al loro risveglio la mattina di Natale. 

Le ragnatele sono ancora considerate un simbolo di fortuna nella cultura ucraina.

bimbo vestito da babbo natale

Scarpe piene di dolciumi nei Paesi Bassi

In Italia appendiamo le nostre calze al camino per l’arrivo della Befana, ma in Olanda la storia è un po’ diversa.

Infatti, ogni anno, nei giorni che precedono il 5 dicembre, i bambini olandesi mettono le loro scarpe accanto al fuoco o dietro la porta nella speranza che vengano riempite di piccoli doni e dolcetti durante la notte da Sinterklaas, ovvero San Nicola.

Tradizionalmente, vengono anche lasciate delle carote per il cavallo bianco di Sinterklass, di nome Amerigo.

In passato, i bambini cattivi ricevevano una patata al posto dei regali, ma ultimamente questa tradizionale punizione non viene più messa in atto.

Scope natalizie in Norvegia

Secondo il folklore norvegese, la vigilia di Natale è il giorno in cui streghe e spiriti dispettosi prendono il volo per fare scherzi e piccole marachelle. 

Poiché le streghe usano spesso le scope come mezzo di trasporto, è tradizione che le famiglie norvegesi nascondano tutti i prodotti per la pulizia attaccati a bastoni (quindi non solo le scope) dove le streghe non saranno in grado di trovarli.

Le tradizioni di Natale più strane del mondo non sono certo finite qui, ma ne abbiamo scoperte delle belle. Le conoscevi già tutte?

Leggi anche: Cosa sono e cosa contengono le strenne di Natale?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial