Whisky Sour: la ricetta del cocktail dell’estate

Immaginate una calda serata estiva, la fine di una giornata pesante, l’unica cosa che volete è un freddo, freddissimo cocktail whisky da sorseggiare in giardino. Dissetante, stimolante e un tantino alcolico per scacciare via i pensieri della giornata e potervi rilassare, finalmente. Non un semplice whisky e cola o whisky e soda ma un ottimo whiskey sour cocktail, parliamo di un cocktail datato 1827, uno dei più celebri cocktail whisky del mondo insieme al Manhattan, dal sapore deciso e complesso, con evidenti sentori affumicati e note fresche e agrumate.

Cocktail Whisky Sour

Whiskey Sour, il nome corretto

Sebbene molti ne ignorino la differenza, in realtà il nome corretto è Whiskey Sour, con la “e”, questo perchè l’ingrediente principale è il bourbon whiskey e non un whisky scozzese (scotch) o un whisky nipponico, nè un whiskey irlandese ma un distillato americano. Di seguito, continueremo a chiamarlo Whisky Sour solo perchè comunemente è conosciuto così, anche perchè ci capiamo comunque…

La ricetta del whisky Sour

L’idea è quella di unire l’acidità del limone al gusto del whiskey rendendolo più piacevole, con il tempo si è aggiunto anche lo zucchero che, ovviamente, rende il tutto più facile a qualunque tipo di palato. Ottimo cocktail specie nei periodi caldi, adatto sia come apertitivo che come rilassante dopocena.

Ingredienti del Whisky Sour

  • 5 cl (poco più di un cicchetto) di Bourbon Whiskey
  • 2 cl (circa mezzo cicchetto) di succo di limone
  • 1,5 cl (meno di mezzo cicchetto) di sciroppo di zucchero
  • 1 cucchiaino di albume d’uovo (opzionale)

Acquistare whisky online

Preparazione del Whisky Sour

All’interno dello shaker inserisci il succo di limone, lo sciroppo di zucchero, il bourbon whiskey e, se vuoi una bella schiuma bianca in cima al cocktail, aggiungi anche l’albume d’uovo. Agita in maniera decisa per qualche secondo e versa nel bicchiere ricolmo di ghiaccio. Ultima la preparazione guarnendo con una fettina di limone e una ciliegia, oltre al colore, aggiungi così ancora un tocco di asprezza con la fettina di limone e di contrastante dolcezza con la ciliegia. Il tuo cocktail con whisky è pronto.

Quale whiskey utilizzare?

Secondo me il più adatto è il Bourbon whiskey di Bulleit, un distillato nato per questo genere di cocktail, dal gusto deciso e speziato. Nulla vieta però di sperimentare altri whisky, a seconda del quale, cambierà il sapore e l’aroma del nostro cocktail whisky sour. Non vi resta che scegliere il vostro whisky preferito e sperimentare.

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial