Come condire la pasta “Vesuvio” di Gragnano?

Tra tutti i formati della pasta di Gragnano uno dei più caratteristici è quello chiamato “Vesuvio”. 

Com’è facilmente intuibile ci troviamo davanti a un omaggio all’iconico vulcano che domina il Golfo di Napoli e che domina, con la sua maestosità, tutto il paesaggio circostante. 

pasta vesuvio di Gragnano

Il Vesuvio di Gragnano è un formato di pasta corto tutto arricciato su sé stesso e che, proprio per questa sua forma caratteristica, riesce a conservare e a trattenere tutto il condimento senza che questo vada disperso nel piatto. 

Motivo per cui si presta benissimo a sughi di ogni tipo, dal più semplice al più complesso. 

Vediamo però una ricetta che può esaltare questa pasta tradizionale di Gragnano: pasta Vesuvio con fiori di zucca e funghi porcini. 

Vesuvio con funghi porcini e zucca: ricetta e procedimento

Ingredienti

  • 250g di pasta Vesuvio di Gragnano
  • 15 fiori di zucca
  • 8 funghi porcini
  • Pepe Nero
  • Sale
  • Olio evo
  • 1/2 bicchiere di Vino bianco
  • 1 spicchio d’aglio
  • Pecorino romano grattugiato q.b.

Leggi anche: Storia e origini della pasta di Gragnano

Procedimento

La prima operazione da fare, per la preparazione di questa ricetta, è quella di pulire attentamente i funghi prima di tagliarli in maniera grossolana. Dopo di che versiamo dell’olio extra vergine di oliva e dell’aglio all’interno di una padella e facciamo scaldare il tutto, per poi versare i funghi precedentemente lavati e tagliati. 

Dopo un paio di minuti possiamo aggiungere i fiori di zucca e possiamo spolverare di pepe, fino a sfumare con del vino bianco, a questo punto si può abbassare la fiamma e lasciare il tutto a cuocere lentamente per una decina di minuti circa. 

Nel frattempo controlliamo la cottura della pasta Vesuvio che è meglio scolare un paio di minuti prima rispetto al tempo indicato sulla confezione, ma ricordandoci di mettere da parte un paio di mestoli di acqua di cottura.

Una volta scolata, andremo ad aggiungere la pasta ai fiori di zucca e ai funghi di porcini, spolverando del pecorino (o un altro formaggio a seconda dei gusti personali) per ottenere una mantecatura perfetta. 

Quando il tutto sarà ben amalgamato, con l’aiuto dell’acqua di cottura precedentemente messa da parte, allora potremmo impiattare e portare a tavola questa eccellenza della tradizione italiana con cui stupire i nostri commensali.

Se vuoi acquistare la pasta Vesuvio o qualsiasi altra tipologia di pasta di Gragnano igp, clicca qui

Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial