Filetto di manzo con fonduta e tartufo bianco pregiato

Filetto_fonduta_tartufoScritto da Angela

Questa è una ricetta che io adoro, particolarmente nelle fredde sere invernali.  Questa volta, per una cena speciale, ho pensato di arricchirla con un ingrediente prezioso, il filetto al tartufo bianco pregiatissimo.

E di questi tempi il tartufo bianco è davvero prezioso, dato che ce n’è pochissimo, sia ad Alba che sull’Appennino, tanto che ha raggiunto prezzi davvero elevati.  Certo, con la crisi che c’è in giro non si può mangiare tutti i giorni…ma nelle occasioni speciali, perché non togliersi qualche “sfizio”?

E dopo un primo piatto, questa volta il tartufo bianco pregiato l’ho utilizzato per arricchire una delle mie ricette preferite, ossia la fonduta piemontese su bocconcini di filetto di manzo.

Immaginate questo piatto in una buia e fredda sera invernale…aumenta la salivazione solo al pensiero! Ed è ancora più adatta se penso al Natale: già immagino la scena, a cena, con gli amici più cari, davanti al tradizionale caquelon pieno di fonduta in cui intingere i bocconcini di filetto appena grigliati o i crostini di pane…che immagini meravigliose…

Per la preparazione della fonduta, ovviamente, non ho utilizzato formaggi lucani ma rigorosamente Fontina D.O.P., poco stagionata, e quindi più delicata e meno piccante.

Come vi ho già accennato, la fonduta si prepara nell’apposito caquelon ma, se non ne avete uno in casa, potete prepararla a bagnomaria o con classico robot da cucina (io, infatti, ho usato il bimby).

BOCCONCINI DI FILETTO DI MANZO CON FONDUTA PIEMONTESE E TARTUFO BIANCO PREGIATO

Ingredienti (per 4-5 persone):

400 gr di filetto di manzo (2 fette grosse da 200 gr circa)
40 gr di tartufo bianco pregiato
2 fette di pane di Matera IGP
sale q.b.

e per la fonduta…

200 gr di Fontina D.O.P.
2 tuorli
30 gr di burro
1 dl di latte
sale e pepe q.b.

Procedimento:

Con un coltello da carne ben affilato, tagliate le 2 fette di filetto in quadrotti da circa 3 cm. Salate i quadrotti di carne su tutti i lati.

Tagliate a quadrotti le due fette di Pane di Matera IGP e tostateli.

Preparate la fonduta.  Io, come ho già detto, ho utilizzato il bimby.  Tagliate a pezzi la fontina, mettetela nel boccale e fate tritare per qualche secondo.  Aggiungete il latte, il burro e fate cuocere per circa 7-8 minuti a 70°C.  Unite i tuorli, salate e pepate a piacere e fate cuocere per un altro minuto. A questo punto la fonduta è pronta ma, per mantenerla calda, fate girare ancora il bimby, sempre a 70°C al minimo della velocità fino a quando avrete finito di preparare la carne.

Cuocete i bocconcini di filetto su una bistecchiera, fino a raggiungere il grado di cottura desiderato (a me piace “al sangue”).

Una volta cotti, mettete i bocconcini di carne in ciascun piatto e versateci subito la fonduta.

Per finire, arricchite con abbondanti fette di tartufo bianco pregiato e i crostini di pane di Matera IGP.  Buon appetito!

Per restare sempre aggiornato sui temi dell’enogastronomia del Sud Italia, puoi seguirci su Twitter e su Facebook

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:
7 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial