Mangiare pasta senza ingrassare si può: ecco come

Mangiare pasta senza ingrassare è decisamente più facile di quanto si possa pensare. 

Siamo portati a pensare che la pasta faccia per forza ingrassare e si tende infatti a rimuoverla o ridurla drasticamente in caso di dieta fai-da-te. Ma la realtà è diversa. La pasta in sé non è un alimento che favorisce la presa di peso.

Al contrario, se preparata in modo corretto, e all’interno di una dieta bilanciata può essere mangiata anche tutti i giorni.

lasagne al pesto

Il primo errore che può portare a prendere peso è mangiare la pasta in quantità troppo abbondanti o a sbagliare il condimento.

Ad esempio, utilizzare un sugo pronto ricco di grassi e zuccheri, può farci sentire meno sazi, in quanto innalza la glicemia e il livello di zuccheri nel sangue, e portarci a mangiare di più dopo il piatto di pasta.

Come mangiare la pasta senza ingrassare allora? Impara ad abbinare la pasta nel modo giusto.

Usa olio extravergine di oliva

Al posto di condire la pasta con il burro, meglio usare l’olio extravergine di oliva, fonte di acidi grassi essenziali che favoriscono il senso di sazietà.

Inoltre, i grassi buoni di cui è composto riducono il carico glicemico del pasto.

Uno o due cucchiai di olio d’oliva contengono anche polifenoli, ovvero potenti antiossidanti.

Abbina la pasta alle verdure

Le fibre presenti nelle verdure, preferibilmente di stagione, rallentano l’assorbimento dei carboidrati presenti all’interno della pasta. Le verdure insomma aiutano a modulare al meglio il glucosio presente nel sangue.

Oltre a rendere il tuo piatto di pasta più saziante, lo renderanno anche più salutare, integrando diverse vitamine, antiossidanti e sali minerali. 

Il nostro consiglio è quindi di abbondare con le verdure e dai raccomandati 80 grammi di pasta potrai mangiare un piatto abbondante ricco di nutrienti e particolarmente saziante.

Pasta e legumi sono il mix perfetto per non ingrassare

Abbinare la pasta ai legumi, come fagioli, lenticchie, ceci o piselli, apporta gli amminoacidi essenziali che compongono le proteine.

Ciò significa che il piatto favorirà la costruzione di massa magra e aiuterà il corretto funzionamento del metabolismo.

Per un piatto saziante e a prova di bilancia, prova ad unire 60 grammi di pasta a 40 grammi di legumi.

pasta artigianale online

Utilizza le spezie come insaporitore

Le spezie sono saporite e se usate nei nostri piatti di pasta tenderanno a ridurre l’utilizzo di sale e altri condimenti.

Ad esempio, la curcuma è ricca di fenoli con azione antiossidante e può essere utilizzata direttamente al posto del sale nelle nostre preparazioni.

Un altra spezia interessante è lo zafferano che apporta carotenoidi e altri elementi che aiutano a contrastare i radicali liberi.

Preferisci la qualità alla quantità

Come è ovvio che sia, per non ingrassare, la prima regola è quella di non esagerare con le quantità. Porzioni controllate, quindi.

Quello che potresti non sapere è che preferire una pasta artigianale di buona qualità rispetto ad un prodotto industriale può aiutare allo scopo che stiamo trattando in questo post.

Una pasta di alta qualità è tale sopratutto grazie ai valori nutrizionali che scaturiscono da materie prime di eccellenza. Prodottti di prima fascia tendono ad avere un elevato apporto proteico ed un minore apporto di carboidrati e zuccheri.

Mangiare pasta senza ingrassare si può

Abbiamo visto insieme i metodi più semplici per mangiare una pasta saporita ma che non faccia ingrassare.

La parola d’ordine quindi è usare un’ottima pasta, abbinarla alle verdure o ai legumi ed evitare invece burro e sughi pesanti, perché sono proprio questi ultimi che fanno ingrassare, non la pasta!

Leggi anche: Come riconoscere una pasta di alta qualità

Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial