Pasta mista con sugo di funghi cardoncelli e salsiccia

Pasta mista con sugo di funghi cardoncelli e salsicciaLo so, sono un po’ in ritardo! Dovevo pubblicare questa ricetta ieri ma il bellissimo weekend palermitano mi ha accumulato un po’ di lavoro e proprio non ce l’ho fatta…

Beh, mi farò perdonare con questo buonissimo primo piattoa base di quei funghi cardoncelli che vi ho presentato qui.  Volevo rimanere sulla tradizione, anche a Carnevale sì, perchè con la tradizione di sicuro non si sbaglia mai!!! E poi questo è un piatto che amo tanto in tutti i periodi dell’anno.

Da sempre nella cucina tradizionale lucana e pugliese a Carnevale si usa mischiare diversi tipi di pasta, proprio per evocare tutti i simboli di questa festa, coriandoli, stelle filanti…  E io ho deciso di non fare un mix di pasta qualsiasi, bensì di pasta prettamente tradizionale: orecchiette, strascinate, cavatelli, cavatellini, foglie d’ulivo…  Non poteva essere altrimenti dato che vivo nella terra di questi famosi formati di pasta.

Come condimento ho pensato al nostro “sugo della domenica”, con funghi cardoncelli (i funghi tipici della Murgia materana e pugliese) e salsiccia.  Eccovi la ricetta:

PASTA TRADIZIONALE MISTA CON SUGO DI FUNGHI CARDONCELLI E SALSICCIA

Ingredienti (per 4 persone):

400 gr di pasta mista Senatore Cappelli (orecchiette, strascinate, cavatelli, cavatellini, foglie d’ulivo)

250 gr di funghi cardoncelli

250 gr di salsiccia di maiale piccante

250 gr di salsiccia di vitello

olio extravergine d’oliva

75 cl di passata di pomodoro (io preferisco i pelati passati)

cipolla

1/2 bicchiere di vino bianco secco

sale q.b.

Canestrato di Moliterno IGP q.b. (facoltativo)

Per prima cosa prendete una scodella, riempitela d’acqua e, dopo averli privati di volva e piede, mettete in ammollo i funghi cardoncelli prestando attenzione a che il cappello esterno sia rivolto verso l’alto ed il gambo sia totalmente immerso nell’acqua: in questo modo la terra uscirà più facilmente dalle lamelle.  Dopo circa 30 minuti passate sotto l’acqua i funghi cardoncelli uno ad uno in modo da eliminare anche gli ultimi residui di terra.  Dopo averli puliti tagliateli a pezzetti.

In una pentola fate soffriggere l’olio extravergine d’oliva e la cipolla a cui, poi, aggiungerete i Funghi cardoncellipezzettini di funghi cardoncelli che avrete precedentemente strizzato per bene, in modo tale che non perdano acqua in cottura.  Fate rosolare un per circa 5/6 minuti e aggiungeteci i due diversi tipi di salsiccia tagliati a pezzettini abbastanza piccoli. Fate dorare per altri 5 minuti e versate il vino bianco. Fate evaporare.

Quando sia la salsiccia che i funghi cardoncelli avranno raggiunto il giusto grado di doratura, versate nella pentola la salsa di pomodoro.  Aggiungete il sale ma, attenzione, non esagerate adesso, la salsiccia potrebbe già essere salata di suo.  Per cui iniziate con poco poi, se necessario, ne aggiungerete ancora successivamente.

Non appena il sugo inizia a bollire chiudete il coperchio, mettete la fiamma al minimo e fate cuocere a fuoco moooooolto lento per circa 90 minuti. Si, si, avete capito bene, un’ora e mezza! Si perchè qui al sud se il sugo non cuoce per ore…sa di crudo! :D

In un’altra pentola, fate bollire dell’acqua salata e versateci i diversi tipi di pasta: orecchiette, cavatelli, cavatellini, strascinate, foglie d’ulivo…tutto insieme! Fate cuocere per circa 15 minuti e servire nei piatti versandoci del sugo con funghi cardoncelli e salsiccia.  Se volete, spolverateci anche del Canestrato di Moliterno IGP, un pecorino che renderà ancor più gustoso questo piatto.

Volete anche che vi consigli un vino? Beh, qui ci va un rosso di buona struttura e corpo: vi consiglierei un Mazzaro IGT Puglia.

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:
9 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial