Come i vari tipi di legno, influenzano il whisky

Abbiamo voluto creare una breve carrellata dei vari tipi di legno utilizzati nella maturazione del whisky per capire quali effetti potrebbero avere sul celebre distillato di cereali.

Quercia per maturazione del whisky

Quercia

La funzione principale della quercia nel whisky è quella di conferire sapore. Ma il modo in cui funziona la moderna industria del whisky oggi, piuttosto che il legno stesso, abbiamo sempre più familiarità, come consumatori, con ciò che la botte ha contenuto in precedenza.

Il viaggio della botte inizia, tuttavia, con il legno non adulterato, quindi diamo una rapida occhiata a come le diverse varietà potrebbero influenzare i nostri whisky.

Quercia Americana

La quercia americana è di gran lunga il legno più prolifico per quanto riguarda l’invecchiamento degli alcolici. La maggior parte, tuttavia, è stata utilizzata per invecchiare il bourbon prima, prima di essere venduta a terzi per invecchiare di tutto, dalla Tequila allo Scotch Whisky single malt , a cui il più delle volte conferisce sapori di vaniglia e frutta fresca.

La quercia americana nuova, offre un profilo aromatico sottilmente diverso, ma distinto: i sapori dolci, di vaniglia sono prevalenti, ma sono anche bilanciati da note speziate e legnose, e qualsiasi fruttato rischia di essere fuso con una certa amarezza vegetale.

botti per invecchiamento whisky

Rovere Europeo

La quercia europea si riferisce generalmente al legno originario della Francia o della Spagna. I bevitori di whisky incontrano spesso la sua influenza attraverso le botti di sherry, tuttavia è anche comunemente usato per invecchiare alcolici come Cognac e Armagnac .

La quercia europea tende ad avere una grana molto più compatta rispetto alla quercia americana, lasciandola meno porosa e quindi impiegando un po’ più di tempo per conferire il suo sapore; ma anche il sapore è molto diverso. 

Tendendo meno verso la vaniglia e la frutta fresca e più verso i tannini, le note di agrumi in umido, un carattere legnoso, speziato e più lievi sapori di frutta secca, si dice spesso che la quercia europea conferisca agli spirits un profilo “più scuro”, più profondo.

La provenienza è un fattore determinante nella quercia europea, con diverse varietà che spuntano in tutto il continente. La quercia spagnola, ad esempio, è discretamente porosa e quindi maggiormente di impatto sul distillato. Le varietà di quercia provenienti da climi più freddi come l’Ucraina o la Russia potrebbero avere poca o nessuna porosità e quindi un impatto minimo sul sapore.

Rovere Scozzese

La quercia scozzese è particolarmente rara quando si tratta dell’invecchiamento degli alcolici; l’albero stesso è scarso a causa di secoli di lenta deforestazione, e quasi sempre selvaggio piuttosto che coltivato, il che può renderlo particolarmente nodoso, e quindi difficile da lavorare e costruirci botti.

Acquistare whisky online

Si ritiene che la quercia scozzese conferisca al whisky un carattere caldo e speziato, forse più simile a quello fornito dalla quercia europea che da quella americana.

Rovere Irlandese

Analogamente alla quercia scozzese, anche la quercia irlandese è stata scarsamente utilizzata per quel che riguarda la produzione delle botti per la maturazione del whisky, principalmente, a quanto pare, a causa della scarsità di questo legno.

Recenti esperimenti della Midleton Distillery con esso, tuttavia, suggeriscono che questa particolare varietà impartisce note dolci di vaniglia, caramello e cioccolato, insieme a una salutare dose di spezie legnose differenziandosi abbastanza considerevolmente, dal suo parente scozzese.

Quercia Ungherese

Particolarmente rara nella maturazione del whisky, l’impatto della quercia ungherese sul distillato sembra trovare un equilibrio intrigante tra spezie, sapori morbidi di frutti di bosco e una maggiore profondità della quercia europea più tradizionale.

Rovere Giapponese Mizunara

Botti da whisky Mizunara

Spesso legato alla complessità aromatica del whisky giapponese, il legno di Mizunara è originario delle isole giapponesi

Specie di albero protetta ed a crescita lenta, le botti di rovere Mizunara sono difficili da realizzare e particolarmente rare. 

L’effetto che tali botti hanno sul whisky è sia speziato che ammorbidente, portando note di sandalo, incenso, noci di cocco e un bordo secco e tannico.

Amburana

Originario della foresta pluviale brasiliana, Amburana è uno dei legni meno conosciuti per la maturazione del whisky.

Tipicamente usato per invecchiare la cachaça – uno spirito di canna da zucchero brasiliano – l’amburana conferisce al whisky un potente carattere di fava tonka. Intensi sentori di vaniglia arrotondata con note di cocco aromatiche e cannella.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial