I 10 superalcolici più mixati con Coca Cola

Coca Cola e distillati sono l’accoppiata più conosciuta al mondo con la quale si ottengono i più celebri cocktail dal sapore dissetante e dall’animo bollente.

I mix presenti tra le ricette riconosciute dall’IBA a base di Whisky, Gin, Rum e Tequila e prevedono semplici ed interessanti mix a base di cola, angostura, lime, limone, ghiaccio e zucchero. Per questo vediamo le migliori bottiglie di distillati con cui solitamente si mixano i cocktail più conosciuti al mondo.

Quando si cerca un distillato adatto ad essere mixato per un cocktail bisogna rispettare una serie di regole, tra cui quella di non “sprecare” una bottiglia pregiata, idealmente imbottigliata come distillato da meditazione. Meglio optare per prodotti più commerciali ma non per questo scadenti, come quelli che presenteremo brevemente qui di seguito.

Whisky & Cola

Whisky e Cola è un mix e non un cocktail vero e proprio. Per questo connubio le bottiglie di distillato più utilizzate, ovvero quelle che seguono, renderanno il drink piacevolmente più dolciastro e frizzante.

Johnnie Walker Black

Il marchio appartiene alla distilleria di John Walker, il creatore scozzese famoso per aver introdotto la prima bottiglia quadrata. I Whisky appartenenti a questa distilleria sono solitamente maltati con miscele probabilmente a base di Lagavulin, Talisker e Mortlach, sebbene questa sia un’informazione non verificata. I whisky Johnnie Walker sono piacevoli e riconoscibili dal forte senso nordico e variegato.

Bulleit Bourbon Whiskey

Questo Whisky è americano e si produce secondo interessanti standard qualitativi che seguono i rigidi disciplinari a stelle e strisce. Il Bulleit Bourbon è perfetto per la miscelazione dei cocktail perché invecchia in botti di rovere bruciate internamente e ha una connotazione spiccatamente pungente e tostata.

Il cocktail più famoso a base di questo speciale Whiskey è il Manhattan assieme a vermouth rosso e angostura. Questa è una delle bottiglie che troverete più di frequente nei bar più attrezzati.

Jim Beam Whiskey

Questo Whiskey è ambrato e dorato con una consistenza limpida e brillante. L’odore è complesso ma non troppo aggressivo per cui diremmo che sia un distillato molto fine.

Emana sensazioni di legno e vaniglia a durata media con un finale boscoso e legnoso decisamente persistente. In una parola diremmo che è pungente. Jim Bean è una distilleria dello stato del Kentucky e produce i migliori distillati americani che si conoscano.

Cocktail a base di rum: quali sono le bottiglie più utilizzate?

Con il rum e la Cola di preparano numerosissime varianti dell’originale Cuba Libre, il leggendario cocktail a base di Rum Bianco, Cola, lime e ghiaccio. Le varianti sono servite sempre ghiacciate ma con l’utilizzo del rum scuro. Quelle che seguono sono le bottiglie più utilizzate per il mix con la Coca Cola.

BANNER DISTILLATI

Rum Zacapa 23

Lo Zacapa è considerato uno dei migliori rum al mondo (certamente è uno dei più venduti in Italia), simbolo del Guatemala e delle sue origini a oltre due mila metri sul livello del mare per cui è anche chiamato col il nome di “Rum che invecchia sopra le nuvole”.

Il rum in questione nasce in una particolare combinazione fortunata tra ingredienti, territorio e clima per cui la produzione segue un procedimento meticoloso e rigoroso. Questo rum invecchiato è di origini guatemalteche ed è un distillati di puro succo di canna da zucchero molto complesso, esotico e pregiato.

Rum Pampero

Il Rum Pampero appartiene ad un marchio commerciale molto conosciuto e che nasce in Venezuela. La sua distribuzione internazionale è curata da Diageo. Lo standard per la produzione del rum dorato di qualità e invecchiato per almeno due anni in botti di rovere lo si deve al fondatore delle industrie Pampero, Alejandro Hernanez. I rum Pampero sono conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo per la loro diversità di carattere che li rende pungenti, vivaci e persistenti.

Rum Havana Club

Havana Club è un altro marchio celebre in tutto il mondo che produce rinomati rum, cubani presso l’Avana. La distilleria originaria ha subìto alcuni cambiamenti durante la rivoluzione cubana per cui la famiglia originaria fece decadere il brevetto del nome dopo essere emigrata in Spagna.

Il marchio viene registrato successivamente da un’altra azienda, la Cubana Export che provvede a sistemare il marchio sia negli Stati Uniti che a Cuba. Sul nome Havana Club pende una lunga controversia con la Bacardi che sostiene di aver comprato i diritti direttamente alla famiglia originaria, prima che il marchio decadesse.

Sebbene la ragione sia di Cubana Export alcune leggi sull’embargo hanno creato un’anomalia: nella sola isola di Porto Rico si produce un Rum firmato Bacardi che porta il nome di Rum Havana Club.

Gin: il distillato dei botanicals

Il Gin si mixa con la Cola e diventa perfetto con l’aggiunta di una fetta di limone e di abbondante ghiaccio. Qui sotto trovi le bottiglie più utilizzate di Gin per l’abbinamento con la rinfrescante bevanda frizzante.

Gin Tanqueray

Questo marchio produce London Dry Gin dal sapore predominante del ginepro e dalle sensazioni bilanciate e nette. Si produce con il metodo One Shot ed è un rum molto popolare per bar e distribuzione di massa. Storicamente questo Gin è stato in grado di eludere i controlli del proibizionismo inglese, durante gli anni venti del novecento.

Oggi è una bottiglia molto diffusa e particolarmente apprezzata in bar e locali di tutto il mondo con cui si preparano i mixi con cola e altre bevande effervescenti.

Gordon’s Gin

Il Gordon è un gin speziato e ricco di agrumi e coriandolo che esaltano la predominanza olfattiva e gustativa fi ginepro. Si tratta di un gin inglese divenuto a poco a poco più che internazionale con una ricetta originaria di cui non si conosce l’esatta composizione di botanicals dell’infusione. Il Gordon’s è una bottiglia popolare e di facile reperimento sia online che nei negozi specializzati o supermercati. Nonostante sia un gin commerciale la sua qualità è piuttosto pregiata.

Il Tequila, l’agave e i cocktail tradizionali

Sapevate che si dice “Il Tequila”? Ebbene questo famoso distillato di agave è un concentrato di sapore grazie al quale si ottengono alcuni tra i cocktail più amati al mondo come Margarita e Tequila Sunrise.

Tequila Don Julio Blanco

Il distillato Don Julio Blanco è limpido e fortemente odorante di agave con piccole contaminazioni olfattive di limone, lime e pompelmo. L’effetto gustativo è piccante, secco e quasi pepato. Il Tequila di questo marchio nasce durante la seconda guerra mondiale in Messico e da allora si lavora allo stesso modo, ottenendo un distillato chiaro, pulito e fresco.

Tequila Josè Cuervo

Questo è in assoluto il marchio di Tequila più venduto al mondo la cui quota di mercato al 2013 era già pari al trenta per cento globale. L’azienda è a conduzione familiare e ha affidato la distribuzione internazionale alla Diageo. Il prodotto è cristallino, bollente e di buona qualità. Utilizzare questo distillato per i cocktail è sicuramente la migliore delle scelte. Si tratta pur sempre del top of mind tra i Tequila da bar la cui qualità è indubbia in rapporto al prezzo decisamente accessibile.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial