Caratteristiche olio extravergine di oliva Leccino

Il Leccino è tra le varietà di olive più diffuse in Italia e anche tra le più rustiche. Probabilmente deve la sua origine alla Toscana dove vi è il maggior numero di alberi piantati, subito dopo vi è la Puglia. La sua ampia e trasversale diffusione è probabilmente dovuta alle caratteristiche della cultivar Leccino.

Caratteristiche pianta

La pianta di olive Leccino è molto resistente alle avversità climatiche, si adatta facilmente alle temperature rigide, gradisce gran parte dei terreni, è molto resistente anche a svariate malattie dell’ulivo tra cui la famosa xylella (è discretamanete sensibile soltanto alla fumaggine) ed ha un fusto molto robusto. La sua chioma assomiglia a quella di un salice piangente grazie ai rami “cadenti”.

Il Leccino ha una fioritura ed una maturazione piuttosto precoce (l’epoca di raccolta è il mese di novembre) con una produzione abbondante e costante e con una resa in olio medio-alta che varia tra il 18% ed il 22%. Le olive sono di media dimensione e non oppongono grande resistenza in fase di raccolta e sono utilizzate sia per la produzione di olio extra vergine che per il consumo da tavola.

Caratteristiche organolettiche e gusto-olfattive olio extravergine Leccino

L’ olio Leccino che se ne produce è generalmente riconosciuto come un olio di buona, se non ottima qualità. Con l’accortezza di molire entro poche ore dalla raccolta, è possibile ottenere valori di acidità vicini e talvolta inferiori allo 0,2%. Si caratterizza per essere un olio molto equilibrato tra i sentori di amaro, piccante, dolce e fruttato con lievi sentori di mandorla.

Un olio decisamente delicato (più del Leccino solo l’olio monocultivar Carolea), dal colore giallo dorato con riflessi verdolini. Generalmente ha un contenuto di polifenoli medio basso, motivo per cui la percezione di amaro e piccante rimane su valori bassi. L’olio di Leccino è imbottiglito sia come monocultivar con le caratteristiche di cui sopra ma viene anche molto spesso utilizzato nei blend, per ammorbidire ed equilibrare altre cultivar particolarmente sbilanciate su alcuni sentori o troppo robuste.

Gli usi in cucina

L’olio monocultivar Leccino è fresco, delicato ed equilibrato, ideale per il consumo a crudo ed in cottura. Il suo sapore è quasi neutro pertanto è particolarmente indicato su piatti delicati come il pesce al cartoccio e carni bianche alla griglia. Ben si abbina anche ai pomodori, alle bruschette e alle verdure grigliate. Ideale nell’alimentazione per l’infanzia.

Metodi di conservazione

Non ci sono regole e consigli differenti da altre cultivar, tutti gli oli extra vergine dovrebbero seguire le stesse norme al fine di conservare le qualità organolettiche il più a lungo possibile. Partendo dal presupposto che l’olio extra vergine tende con il passare del tempo a perdere le sue migliori caratteristiche, è importante conservarlo in luoghi asciutti e a temperature non superiori a 18-20°, una volta aperta la confezione sarebbe opportuno travasarlo in contenitori piccoli in modo tale che sia il meno possibile a contatto con l’ossigeno. Tutto ciò per proteggere il prodotto dall’ossidazione che avviene per mezzo dell’ossigeno, del calore e della luce. All’aumentare dell’ossidazione aumentano i perossidi e l’acidità e superati determinati valori (0,8% acidità e 20 perossidi) l’olio non sarà più classificabile come extravergine ma sopratutto l’olio subirà una diminuzione delle caratteristiche sensoriali e salutari per l’organismo umano. E’ importante sapere che la scadenza indicata, mediamente 18-24 mesi dall’imbottigliamento, è puramente indicativa. Dopo tale data, è possibile utilizzarlo senza alcun rischio per la salute, poiché non diventerà nocivo, ma, semplicemente, potrebbe perdere l’intensità e la fragranza di sapori e profumi.

Conclusioni

Se non ami l’olio extravergine troppo fruttato o troppo piccante, se devi scegliere un buon olio per condire le minestre del tuo bambino o se semplicemente hai già assaggiato e vuoi tornare ad acquistare un olio monocultivar Leccino ma necessiti di altre informazioni, lascia un commento e saremo felici di aiutarti.

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial