I whisky aromatici che ha senso acquistare anche se non si è esperti

Tra tutti i distillati esistenti, probabilmente la categoria dei whisky è quella che offre il ventaglio aromatico più variegato e che di conseguenza permette, grazie al vastissimo assortimento, di scegliere il prodotto con gli aromi più vicini ai gusti personali di ogni degustatore, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

whisky aromatici

In realtà, a differenza dei vini, non esiste la categoria dei whisky aromatici, tutti lo sono, ogni whisky ha degli aromi differenti in base a tanti fattori che ne determinano il bouquet aromatico.

I fattori che determinano gli aromi dei whisky

Diverse componenti sono responsabili dei profumi (e del gusto) dei whisky, la distilleria, mixando sapientemente queste variabili, compone il puzzle aromatico del prodotto che intende realizzare, vediamo quali sono ed in che modo influiscono sugli aromi del distillato.

Cereali

I whisky possono essere realizzati partendo da differenti cereali quali orzo, grano, segale o mais. Ognuno di questi cereali dona al whisky differenti caratteristiche.

I whisky scozzesi single malt sono ottenuti con orzo e tendenzialmente hanno un aroma di caramello tostato.
I Bourbon sono ottenuti essenzialmente da mais e tendono ad un aroma più dolce, di vaniglia e sciroppo d’acero.

Il Moonshine è un distillato, precursore del whiskey, ottenuto dalla lavorazione e distillazione di mais.

Torba

Esistono i whisky torbati e quelli non torbati.

La torba è un prodotto organico che si crea in zone molto umide e scarsamente drenate, altro non è che un accumulo di vegetazione decomposta come arbusti, erbe, muschio, canne ed erica.

Usata come combustibile, per essiccare il cereale germinato, il suo fumo arricchisce e caratterizza in maniera determinante l’orzo maltato e di conseguenza il whisky prodotto con quel malto.

A seconda della zona di estrazione della torba, questa ha una composizione differente il che conferisce aromi differenti dalla sua affumicatura.

La torba delle Highland, ad esempio, ha una maggiore concentrazione di arbusti, la torba di Islay è composta essenzialmente da vegetazione marina, quella delle isole Orcadi contiene principalmente Erica decomposta, questa conferisce un profumo floreale al malto trattato con il suo fumo.

Lieviti

I lieviti sono utilizzati per dare il via alla fermentazione e far si che i microorganismi che lo compongano trasformino gli zuccheri in alcool e creino una grande varietà di molecole che costituiranno il “carattere aromatico” del whisky che ne deriverà.

Ogni distilleria utilizza i suoi ceppi di lieviti selezionati, ognuno di essi è in grado di “creare” una serie den definita di profumi, ovviamente le proporzioni, quantità, miscele e tempistiche restano top secret.

Acquistare whisky online

Invecchiamento

La maturazione o invecchiamento del whisky è un’altra fase determinante per gli aromi del whisky.

La tipologia dei legni utilizzati, la dimensione delle botti, il grado di tostatura dei legni e il periodo di permanenza in botte sono tutti fattori che influenzano pesantemente il ventaglio aromatico ed il profilo gustativo dei whisky.

5 whisky aromatici per neofiti

Ora che conosci i più importanti fattori che determinano il “carattere aromatico” dei whisky, vediamo un breve elenco di whisky con differenti aromi che se sei alle prime armi, dovresti provare per capire qual è il whisky più adatto a te.

Lagavulin 8

Il più giovane scotch whisky della celebre distilleria Lagavulin di Islay si caratterizza per aromi salmastri che spaziano lasciando spazio a sentori minerali e agrumati con un accenno di spezie.

Talisker 10

Talisker 10 è apprezzatissimo da tutti coloro amano i whisky torbati ma al tempo stesso salmastri. Questa etichetta è un concentrato di mare, fumo e pepe nero.

Ardbeg Uigeadail

Uigeadail è un NAS, ovvero un whisky che non riporta l’età di invecchiamento (come gran parte degli Ardbeg). Nonostante questo è uno scotch amatissimo da una folta schiera di appassionati.

Si tratta di un whisky torbato, direi molto torbato in cui l’aroma predominante è il fumo, a seguire caramello, cioccolato, aghi di pino e spezie.

Macallan 12 Triple Cask

Macallan è una distilleria su cui aleggia qualcosa di mitologico, è senza dubbio una delle più famose, importanti e rispettate distillerie del pianeta.
Macallan produce oro liquido, i suoi scotch sono di una eleganza senza pari.

Macallan 12 Triple Cask è un whisky non torbato (come tutti quelli prodotti da Macallan), invecchiato 12 anni in 3 differenti legni (ex-bourbon, ex-sherry americano ed ex-sherry europeo).

Il risultato è un distillato che profuma di note dolci e burrose, lievi note agrumate, un accenno di cioccolato e finale mieloso.

Glenfiddich 12

Glenfiddich 12 è lo scotch whisky single malt più venduto al mondo. Come per Macallan, anche Glenfiddich produce whisky senza l’uso della torba, motivo per cui non presentano aromi di fumo, bensi sono whisky orientati verso aromi fruttati.

Questo 12 anni è un distillato delicato, non impegnativo, il cui ventaglio aromatico è tutto giocato su toni dolci e fruttati con accenni di note speziate.

Ora che conosci (mi auguro) qualcosa in più rispetto ai whisky aromatici e agli aromi dei whisky, quale sarà la tua scelta?

Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial