Glenfarclas

Glenfarclas: la storia della distilleria dello Speyside

Glenfarclas è una delle poche distillerie a conduzione familiare rimaste in Scozia ed è fortemente impegnata a rispettare i principi della tradizione e dell'innovazione nel campo dello scotch whisky. Questo impegno si riflette nella reputazione che la distilleria detiene nella comunità del whisky, essendo molto apprezzata dagli intenditori di whisky. Situata ai piedi di Ben Rinnes, la distilleria fu originariamente autorizzata nel 1836 da Robert Hay, ma nel 1865 John Grant acquistò la distilleria ed è stata di proprietà e gestita da 6 diverse generazioni della famiglia Grant da allora sino ai giorni nostri.

Glenfarclas produce quasi esclusivamente whisky single malt e, con una capacità produttiva di 3 milioni di litri, è disponibile una vasta gamma di prodotti. La loro gamma di base comprende quasi tutte le età immaginabili, che vanno dai 10 anni fino alle espressioni di 40 anni e un'acclamata bottiglia di 105 Cask Strength imbottigliata a 60% di gradazione alcolica. La distilleria dispone di ben 30 magazzini in loco per invecchiare e conservare tutte le loro botti sino al momento opportuno dell'imbotigliamento.

Dal 2006, la distilleria Glenfarclas ha anche imbottigliato una "miglior botte singola" ogni anno e ha rilasciato una bottiglia retrospettivamente per ogni anno, a partire dai primi anni '50. Questo ha creato un'incredibile line-up di botti d'epoca consecutive dal 1952 fino ai giorni nostri, offrendo il tipo di scelta che può essere eguagliato da pochissime distillerie. Questo tipo di innovazione è stata a lungo una caratteristica importante della distilleria; nel 1973, l'azienda Glenfarclas divenne una delle prime distillerie di whisky ad aprire un centro visitatori.