Amaretti

Vendita online amaretti morbidi a prezzi scontati

In questa categoria trovi la nostra selezione dei migliori amaretti morbidi artigianali (Marabissi) in vendita a prezzi vantaggiosi. Scopri come è semplice, veloce e sicuro acquistare sul nostro shop online. Migliaia di clienti lo hanno già fatto.

Ecco una selezione di amaretti morbidi artigianali in offerta


Gli amaretti sono un dolce, o meglio, un biscotto di pasticceria molto amato nel nostro Paese. Si tratta di un biscotto che nasce addirittura verso il tredicesimo secolo e che arriva fino a noi tramite le remote tradizioni lombarde, francesi e persino basche. Molto spesso vengono confusi con gli amaretti, specialmente con quello iconico di Saronno ma che, come vedremo, fa riferimento a tutt’altra categoria di prodotto tipico. 

L’Amaretto nella tradizione dolciaria italiana

Di questo pasticcino tutti sembrano reclamarne la paternità ma vista la numerosa quantità di ricette e variazioni possiamo ben dire che le sue origini cosmopolite lo rendono ancora più interessante e apprezzato. 

L’amaretto vero e proprio e un pasticcino realizzato con pasta di mandorle, zucchero, bianco dell’uovo, armelline, mandorle amare e mandorle dolci. Tra le miriadi di ricette trovate abbiamo sintetizzato due versioni che sembrano essere quelle più ricorrenti: l’amaretto di Saronno e quello di Sassello.

Amaretto di Saronno o Amaretto di Sassello? 

Il primo è croccante, dolce e friabile con un retrogusto amarognolo dovuto al sapore delle mandorle. La sua popolarità in pasticceria è dovuta al fatto che viene utilizzato per preparare dei dolci tipici come le Pesche ripiene alla Piemontese, il Tiramisù ed il Bonet. Nell’impasto dell’amaretto di Saronno trovi sempre zucchero, mandorle, bianco d’uovo, lievito, latte e miele. 

L’Amaretto di Saronno è anche un liquore alle erbe aromatiche e mandorle. La storia di questa bevanda alcolica si colloca nel 1500, proprio a Saronno. 

A quei tempi il pittore Bernardino Luini disegnò una Beata Vergine traendo ispirazione dalla bella locandiera presso cui pernottava per tutta la durata dell’incarico. Come ringraziamento la donna offrì al pittore un elisir di erbe, mandorle e zucchero che è conosciuto oggi come Amaretto di Saronno. 

Il secondo, quello di Sassello, è decisamente più morbido e la sua consistenza ricorda vagamente il marzapane. Entrambe le versioni sono tonde e si presentano dall’aspetto crepato in superficie con un impasto di color marroncino chiaro

Questa variante qui sarebbe quella originale e risale al basso Piemonte dove si ritiene che sia nata la ricetta. A differenza dell’altro amaretto questo contiene solo zucchero, mandorle dolci, albume d’uovo e armelline. 

Un dessert semplice da abbinare ai vitigni giusti 

Viste le sue origini nordiche unite all’animo dolce amaro che contraddistingue questo dolce ci sono degli abbinamenti di vino che lo esaltano sul palato. 

In particolare si ritiene che gli amaretti siano il fine pasto ideale da accompagnare rigorosamente con vini liquorosi, densi e molto strutturati come il Passito di Pantelleria o il Ciaret (Il Chiaretto del Monferrato). In alternativa si può degustare con delle bollicine delicate come lo spumante rosato delle Langhe.

Product added to wishlist
Product added to compare.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy