Le cartellate pugliesi con vincotto. E…videoricetta!

Cartellate+vincottoScritto da Angela

Non so voi, ma io ogni anno non vedo l’ora che arrivi il Natale per mangiare le cartellate.  So che starete dicendo “Ma se proprio le vuoi, perché non te le fai tutto l’anno?” Beh, semplice, non ne ho il tempo materiale.  Solo in questi periodi di pace turistica a Matera posso dedicarmi alle mie passioni, tra cui la cucina.  E chi mi segue su twitter e facebook sa che sabato pomeriggio, dopo una settimana letteralmente di fuoco, mi sono presa alcune ore di ferie dal negozio fisico e sono stata a casa della mia futura suocera (se Giuseppe non cambia idea! ;)) per preparare con lei le cartellate! Già un anno fa vi ho pubblicato la mia ricetta delle cartellate: ma, quest’anno, ho voluto provarle con un nuovo prodotto che ho cercato in lungo e in largo…il vincotto!  E’ stata una ricerca difficile, Ornella lo sa, perché non riuscivo a trovare un’azienda che facesse un vincotto di qualità, senza coloranti né conservanti.  Poi finalmente l’ho trovata ed ho selezionato il meglio.  Del resto, è l’azienda storica del Vincotto, quella che ne ha registrato il marchio, che lo produce dal 1825.  E fa tantissimi tipi di vincotto! Sono davvero strafelice!  Ma…sapete cos’è il vincotto? E’ un condimento proveniente dalla cottura del mosto prodotto da uve Negroamaro e Malvasia, le uve salentine per eccellenza! Si usa sulle cartellate (of course! :D), ma anche sul gelato, dessert, insalate, carni, frutta, formaggi stagionati…è delizioso ovunque!!!  In bocca è dolce, vellutato, con sentori di frutta matura, uva e prugne in particolare, a cui si aggiungono evidenti sfumature speziate di vaniglia e cacao dovute all’invecchiamento per oltre quattro anni in botti di rovere.  Somiglia vagamente all’aceto balsamico tradizionale ma, a mio parere, è molto più versatile (oltre che più economico! :P).

La tradizione vuole che la cartellata sia totalmente immersa nel vincotto ma, dato che questo è molto concentrato, a me piace usarne solo un po’ come condimento. Degustibus!

Non vi scrivo la ricetta per non essere ripetitiva ma vi lascio il video che ho deciso di girare proprio sabato sera! Non potete immaginare quanto mi sono divertita! :)))

Provate anche voi!

PS: se proprio non ne avete il tempo o la voglia, sul nostro shop trovate sia le cartellate con il miele che le cartellate con il vincotto

Se l’articolo ti è piaciuto, metti Like e condividilo sui social:
11 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial