Spedizioni in Italia gratuite per ordini superiori a 89,00 €
Ordini telefonici 0835 314262

Prodotti tipici del Sud Italia

alimenti e vini di Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia

Accedi/Registrati 0 Carrello

Nessun prodotto

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Spedizioni in Italia gratuite per ordini superiori a 89,00 €

Vai alla cassa

Vini tipici lucani

Vini rossi, bianchi, rosé, spumanti e vini frizzanti lucani

La produzione di vini della Basilicata è vasta, seppur decisamente frammentaria. Ci sono un centinaio di aziende produttrici che utilizzano vari vitigni, mescolandoli secondo tradizioni grazie all'esperienza tramandata di generazione in generazione. Per tutelare e proteggere questo patrimonio, la regione ha ottenuto la possibilità di assegnare la certificazione Basilicata I.G.T. ai prodotti tipici lucani. Questo anche perché i vini locali che hanno ricevuto il marchio D.O.C. sono solo tre, ma molti altri non sono da meno.

Forse il più famoso vino rosso lucano è l’Aglianico del Vulture: ha ricevuto la denominazione di origine controllata nel 1971, ma i suoi vitigni sembra che fossero già noti ai tempi della Magna Grecia e che i romani chiamassero questo vino Ellenico. Le sue particolari caratteristiche derivano dalla terra in cui crescono le vigne, ricca di potassio e altri minerali grazie al Vulture, vulcano ormai spento. Infatti tutta la zona ha un’alta produzione di vini, forse meno noti dell’Aglianico, ma sicuramente molto buoni.

L’altra area D.O.C. è quella della provincia della città dei Sassi, Matera, che si estende dal mare alle colline delle Murge, al confine con la Puglia. Qui vengono create le sei tipologie del vino Matera D.O.C.: Rosso, Primitivo, Moro, Greco, Bianco e Spumante. È forse il fiume Agri il miglior bacino per i vitigni in Basilicata. Non solo dà il nome alla terza denominazione controllata: Terre dell’Alta Val dell’Agri che, a 800 metri sul livello del mare produce un ottimo rosso e dei buonissimi vini rosati.
Ma lungo il suo corso si sviluppano vitigni che danno origine a quegli ottimi vini protetti da indicazione geografica tipica tra cui spiccano dei buonissimi bianchi, frutto della sapiente mistura di uve Chardonnay, Fiano, Malvasia e altri.

Agli appassionati di vini del Sud Italia, ma anche a chi si appresta a fare un gradito dono ed è dunque in cerca di un cesto regalo di qualità, ricordiamo che su Sapori dei Sassi è inoltre disponibile una selezione di vini pugliesi: prestigiose etichette sicuramente gradite sulle tavole dei vostri cari.

Vini Lucani

Ci sono 29 prodotti.

Sotto-categorie

  • Vini Calabresi

    Vini tipici della Calabria

    In calabria esistono ben 12 vini a marchio doc e 13 vini a indicazione geografica tipica. Sicuramente la doc più famosa e conosciuta nel resto della penisola è il Cirò doc, il vitigno, invece più utilizzato e riconosciuto di maggior pregio tra gli autoctoni calabresi è senz'altro il Gaglioppo. Seppur non vanti una vastità di etichette e di vini doc al pari delle altre regioni meridionali, anche la Calabria può vantare vini di qualità riconosciuta.

  • Vini Campani

    Vini tipici della Campania

    La Campania è un territorio decisamente variegati, in grado di regalare paesaggi montani, pianeggianti, costieri e isolani. Ognuno di questi microterritori custodisce sapori e profumi tipici, tradizioni gastronomiche ed enologiche uniche. Da sempre terra di grandi vini del sud, vini dalla grande personalità e dalla spiccata territorialità. Tra i rossi i più importanti e rinomati a livello nazionale ed internazionale vi è certamente il Taurasi ottenuto da uve aglianico, tra i bianchi spiccano i vitigni quali Falanghina, Fiano di Avellino e Greco di Tufo. Culla di importanti produttori divenuti ormai punti di riferimento dell'enologia nazionale come Mastroberardino, passando per micro produttori celebrati per la qualità dei loro vini, leggasi Luigi Tecce e Marisa Cuomo con il suo Fiorduva.

    Un panorama vitivinicolo ben assortito quello della Campania tra rossi importanti e bianchi simbolo dell'eccellenza vinicola italiana.

  • Vini Lucani

    Vini tipici lucani

    Vini rossi, bianchi, rosé, spumanti e vini frizzanti lucani

    La produzione di vini della Basilicata è vasta, seppur decisamente frammentaria. Ci sono un centinaio di aziende produttrici che utilizzano vari vitigni, mescolandoli secondo tradizioni grazie all'esperienza tramandata di generazione in generazione. Per tutelare e proteggere questo patrimonio, la regione ha ottenuto la possibilità di assegnare la certificazione Basilicata I.G.T. ai prodotti tipici lucani. Questo anche perché i vini locali che hanno ricevuto il marchio D.O.C. sono solo tre, ma molti altri non sono da meno.

    Forse il più famoso vino rosso lucano è l’Aglianico del Vulture: ha ricevuto la denominazione di origine controllata nel 1971, ma i suoi vitigni sembra che fossero già noti ai tempi della Magna Grecia e che i romani chiamassero questo vino Ellenico. Le sue particolari caratteristiche derivano dalla terra in cui crescono le vigne, ricca di potassio e altri minerali grazie al Vulture, vulcano ormai spento. Infatti tutta la zona ha un’alta produzione di vini, forse meno noti dell’Aglianico, ma sicuramente molto buoni.

    L’altra area D.O.C. è quella della provincia della città dei Sassi, Matera, che si estende dal mare alle colline delle Murge, al confine con la Puglia. Qui vengono create le sei tipologie del vino Matera D.O.C.: Rosso, Primitivo, Moro, Greco, Bianco e Spumante. È forse il fiume Agri il miglior bacino per i vitigni in Basilicata. Non solo dà il nome alla terza denominazione controllata: Terre dell’Alta Val dell’Agri che, a 800 metri sul livello del mare produce un ottimo rosso e dei buonissimi vini rosati.
    Ma lungo il suo corso si sviluppano vitigni che danno origine a quegli ottimi vini protetti da indicazione geografica tipica tra cui spiccano dei buonissimi bianchi, frutto della sapiente mistura di uve Chardonnay, Fiano, Malvasia e altri.

    Agli appassionati di vini del Sud Italia, ma anche a chi si appresta a fare un gradito dono ed è dunque in cerca di un cesto regalo di qualità, ricordiamo che su Sapori dei Sassi è inoltre disponibile una selezione di vini pugliesi: prestigiose etichette sicuramente gradite sulle tavole dei vostri cari.

  • Vini Pugliesi

    Vini tipici della Puglia

    Vini rossi, bianchi, rosé, spumanti e vini frizzanti pugliesi

    Il sole, l’aria, e il terreno della Puglia sembrano fatti apposta per la coltivazione della vite, che da vita ai vini tipici pugliesi.
    Vitigni nati qui e altri che sembrano autoctoni, ma in realtà sono giunti dall’Asia grazie a viaggiatori instancabili, portatori di tradizioni e conoscenze, non solo enogastronomiche. Una grande varietà di vini pugliesi ricavati da sapienti mescolanze di uve con storie antiche e lontane.
    Molte sono le etichette dei vini pugliesi che hanno ricevuto le certificazioni D.O.C. (Denominazione di Origine Controllata) o I.G.T. (Indicazione Geografica Tipica) e sempre più frequenti sono i vini che nascono da coltivazioni biologiche: riconoscimenti di qualità e genuinità che, grazie all'instancabile e paziente lavoro dei produttori dei coltivatori e dei produttori, giungono sulle etichette dei vini pugliesi.
    Tra i rossi, i più noti sono sicuramente il Primitivo e il Negroamaro, vini rossi pugliesi provenienti entrambi dal Salento. Di grande bontà anche l’Aleatico, vino dolce realizzato quasi completamente con uve dell’omonimo vitigno di origine incerta: toscana secondo alcuni, greca per altri.
    Solo nei comuni di Lucera, Biccari e Troia si produce il Cacc’é Mmitte di Lucera, ricavato, con l’aggiunta di Malvasia nera e Sangiovese, da vitigni di uva di Troia.
    Questa caratteristica uva, coltivata in Puglia dal decimo secolo d.C., lascia dubbi sulla sua provenienza: dal nome sembrerebbe autoctona, ma qualcuno ipotizza che l’abbiano portata i greci dall’Asia minore.
    Meno famosi, ma altrettanto buoni i vini bianchi pugliesi. Vini come il Tufjano, composto esclusivamente da fiano minutolo e caratterizzato da forti aromi di fiori freschi. O il pregiato bianco di Castel del Monte, proveniente dalla zona delle Murge e prodotto da vitigni Chardonnay, Pampanuto e Bombino bianco.
    In Puglia si producono anche ottimi spumanti e vini frizzanti come il bianco frizzante I.G.T. della Murgia o lo spumante Galetto, prodotto esclusivamente con uve aglianico.

  • Vini Siciliani

    Vini tipici della Sicilia

    La regione Sicilia è la prima isola italiana per vastità e dimensione del territorio e, se vogliamo, anche per varietà del suo panorama che spazia da suoli pianeggianti bagnati dal mare, a terreni vulcanici ad altitudini montane. Al pari dei territori, variano anche le tradizioni e i prodotti tipici, così come i vini che rispecchiano le peculiarità del territorio nel quale nascono. I vini siciliani sono protagonisti di una costante e impetuosa crescita sotto il profilo qualitativo, la Sicilia produce, infatti, alcune delle migliori etichette italiane. La cosa molto interessante è che, a nostro parere, la regione Siclia non mostra una specializzazione in bianchi o rossi, ci sono eccellenze assolute da una parte e dall'altra. Grandi Etna Rosso, ma anche Nero d'Avola in purezza come pure grandi, grandissimi bianchi come pochi se ne vedono qui a Sud, si pensi, per esempio, allo straordinario Zibibbo di Gabrio Bini. Tra i vini siciliani, non mancano quelli prodotti da agricoltura biologica e biodinamica, vi sono, infatti, etichette siciliane tra la selezione dei vini Triple A, i cosidetti vini naturali, su tutti vi è tutta la produzione di Arianna Occhipinti.


prodotti per pagina

prodotti per pagina