Dettori

Lo definisce lui stesso un'azienda autarchica, e Alessandro Dettori ne è l'incontrastato capitano, originale e spavaldo. I vini "sono ciò che sono e non ciò che vuoi che siano", questa masima la dice lunga sull'uomo e sul viticultore. Senza chimica in cantina nè in vigna. Usiamo il metodo di 70 anni fa, prima dell'avvento dell'industrializzazione dell'agricoltura, ribadisce sempre. Non a caso nelle controetichette delle sue bottiglie si legge "Ingredienti: uve, zolfo." Ed ecco che nascono dei vini unici e inimitabili, quasi avessero un'anima viva.

Tutti i vini di Tenuta Dettori sono dei cru: da ogni vigneto viene prodotto un unico vino. La produzione varia di anno in anno e va dalle 25.000 alle 45.000 bottiglie.