Elena Fucci

Della caparbietà e della tenacia di Elena Fucci ormai sono a conoscenza tutti gli appassionati del Vulture. La forza di donna del vino, oltre che dalla sua bravura e dai suoi studi, le viene dalla famiglia. Dal nonno Generoso, che la segue ancora oggi invigna, quella vigna che acquistò ormai più di quarant'anni fa e in cui potete ancora imbattervi in ceppi anche di settanta anni allevati ad alberello.

Siamo a 600 metri di quota su suolo vulcanico, composto da stratificazioni che ne amplificano la complessità. I ceppi hano età differenti: unodei cari appezzamenti è stato piantato negli anni '50; nel 1996, invece, sono stati piantti cinque diversi terrazzamenti, che rendono spettacolare la tenuta.

Unica etichetta prodotta, il Titolo, vino simbolo dell'eccellenza vitivinicola del Vulture.