Cragganmore

La distilleria Cragganmore è stata fondata da John Smith, ritenuto il distillatore più esperto dei suoi tempi. Ex manager delle distillerie di Macallan, Glenlivet e Wishaw e leaseholder della distilleria Glenfarclas, convince il suo padrone di casa, Sir George Macpherson-Grant, a concedergli in affitto la terra per costruire una nuova distilleria a Ballindalloch, accanto alla linea ferroviaria Strathspey. Nel 1887 il primo "whisky special" lascia la stazione di Ballindalloch per Aberdeen, sono 25 carri che trasportano 300 botti di Cragganmore.

Gordon Smith muore giovane e la sua vedova Mary Jane assume la gestione della distilleria per pochi anni, sino a quando nel 1923 venderà a White Horse Distillery. Dopo la sosta della produzione della seconda guerra mondiale, dovuta alla mancanza di orzo, la produzione riprende con un aumentata capacità produttiva grazie al raddoppio del numero degli alambicchi. La storia giunge ai giorni nostri passando per l'ultimo passaggio di proprietà che vede oggi Diageo proprietaria di Cragganmore.

Ad oggi il gusto e la particolarità dei whisky Cragganmore è inalterato, grazie alla maniacale volontà di mantenere identici gli strumenti produttivi, i vari passaggi della ricetta aziendale e le fonti di approvvigionamento delle materie prime, garantendo, così, un prodotto unico nel suo genere e ben identificabile.